Notizie e pubblicazioni

Pubblicato il Set 10, 2019

bambini 1Un giorno la maestra domandò ai bambini: "Chi mi sa spiegare chi è Dio?”. Uno dei bambini alzò la mano e disse: "Dio è nostro Padre, Lui ha fatto la terra, il mare e tutto quello che è in essa”. La maestra però cercava più risposte dai bambini e quindi domandò ancora: "Come sapete che esiste se non lo avete mai visto?”.

Pietro, un bambino molto timido, alzò la mano e disse: "Mia madre dice che Dio è come lo zucchero nel latte che bevo ogni mattina; io non vedo lo zucchero nel latte, ma so che c’è e gli dà sapore. Dio esiste: se non ci fosse la nostra vita sarebbe senza sapore”.

bambini 2"Molto bene, Pietro”, disse la maestra, "io ti ho insegnato molte cose, ma oggi tu mi hai insegnato qualcosa di molto profondo”, così diede un bacio al bambino e andò via. La saggezza non si trova nella conoscenza ma nella relazione con Dio. Ci sono molte teorie riguardo a Dio; molti parlano di Lui, credendo di conoscerLo solo perché leggono di Lui su varie enciclopedie. Ma chi Lo conosce veramente è colui che ha un rapporto personale con Lui. Se ti chiedi anche tu com’è Dio, perché non leggi la Bibbia e non lo preghi?

Questo è l’unico modo per sapere com’è il tuo Padre Celeste. Dio ti benedica!

Pubblicato il Set 10, 2019

1918 - 2018

Il 21 febbraio 2018 è andato col Signore Billy Graham, l'indimenticabile predicatore evangelista statunitense.billy graham 3

Billy al suo nipote:
“Un giorno leggerai o sentirai che Billy Graham è morto. Non credere a queste parole. Sarò più vivo di quanto lo sono oggi. Avrò appena cambiato l’indirizzo. Sarò andato alla presenza di Dio.”

 

Il sottostante articolo è tratto dal profilo Facebook di Nik Scorsone.

Credo che con BILLY GRAHAM DIO abbia fatto un

buon investimento. Per la sua predicazione del Vangelo,

a migliaia in buona parte del mondo sono venuti a CRISTO per essere SALVATI. Uno di questi Ray Lentzsch, che dopo la sua conversione, lasciando la sua buona posizione di giornalista affermato, è andato a predicare il Vangelo in 215 nazioni, compresa la Corea del Nord. Per tantissimi anni prima che il SIGNORE lo chiamasse a SE, fu zelante proclamare del Buon Annunzio del Vangelo, solcando i mari con le navi Logos e Doulos

della missione O.M.

"Operazione Mobilitazione" ������.

Nella foto, io con lui, predicando

il Vangelo a Lapedusa.

Con Billy Graham anche io ne ho fatto un'esperienza diretta

e personale nella campagna evangelistica di Parigi

nel lontano 1986. A centinaia

si fecero avanti per ricevere salvezza in GESÙ CRISTO

(vedi foto).

Billy, come tutti noi, e tantissimi nella storia biblica, ha avuto degli alti e bassi nella sua vita di fede, a volte straparlando nella vecchiaia o di quando andò da Wojtyla. Certamente se andò per onorarlo ha fatto malissimo, ma se vi è andato per parlargli di GESÙ, anch'io ci sarei andato.

Nel Giubileo del 2000 ci ho provato, ma la guardia

svizzera con la sua lancia

mi ha sbarrato la strada.

Billy ha lasciato ai figli questa eredità evangelistica, che stanno perseguendo con fedeltà e obbedienza al SIGNORE, anche se in questi giorni denunciando

i peccati di milioni di aborti, omosessualita, ipocrisia...

il nuovo presidente Joe Biden

li ha censurati (vedi foto).

Di seguito un breve riassunto storico di Billy Graham, dalla penna di James Line, missionario in Italia per più di 50 anni.

Pubblicato nel mensile

"Il CRISTIANO" - 1 Aprile 2018.

������ L’EREDITÀ DI BILLY GRAHAM

Il ministerio evangelistico di Billy Graham ha attraversato ben sei decenni del secolo scorso e si è fermato nel primo decennio di questo secolo. A ragion veduta è stato considerato, insieme a John Stott, il personaggio più influente del mondo evangelico. Le sue relazioni con le autorità del suo Paese e le sue aperture ecumeniche (è nota la sua dichiarata amicizia con papa Giovanni Paolo II) sono state e saranno ancora motivo di dibattito e di dissenso, ma è indubbio che “Cristo è stato (da lui) annunciato” sia alle folle oceaniche che si radunavano negli stadi durante le sue campagne evangelistiche che alle autorità di questo mondo (papa incluso). E di questo non possiamo che rallegrarci (Fl 1:18). Non dobbiamo infatti dimenticare che a chiunque egli si fosse trovato davanti ha annunciato che “non ci si salva con l’appartenere a una chiesa, né vivendo una vita morale. Siamo salvati solo per mezzo della grazia di Dio in Cristo”. Certe discutibili scelte e dichiarazioni nei confronti di realtà nominalmente “cristiane” non possono far dimenticare che pochi come lui hanno contribuito a far conoscere Cristo nel mondo e a diffondere l’Evangelo

della Grazia.

������ LA SUA RESA A CRISTO

 “Ma quanto a me, non sia mai che io mi vanti di altro

che della croce del nostro

Signore Gesù Cristo, mediante la quale il mondo, per me, è stato crocifisso e io sono stato crocifisso per il mondo”

(Galati 6:14)

Questo versetto biblico fu scelto e vissuto per ottantatré anni dall’evangelista più conosciuto del mondo, Billy Graham, che all’età di novantanove anni è entrato nella presenza del Signore che egli amava e proclamava da quando aveva sedici anni.

Un quadro con le parole di Galati 6:14 era appeso nella camera da letto di Billy Graham, nella sala da pranzo, nel bagno e in altre stanze della sua casa. Secondo i figli, il noto evangelista ha lasciato in eredità la realtà di una vita sottomessa alla volontà di Cristo. Nonostante la fama di un uomo che ha toccato le vite di milioni di persone nei suoi sessant’anni di ministero (egli ha predicato in 185 paesi e territori del mondo, è stato amico di dodici Presidenti degli Stati Uniti, e consigliere spirituale di sei di loro),

Billy Graham si riteneva nient’altro che un semplice servo del Signore. Spesso durante

le sue campagne evangelistiche

Billy affermava:

“Un giorno sentirete la notizia

che Billy Graham è morto, ma

non ci credete perché, allora,

io sarò più vivo che mai!”.

ARRIVEDERCI A CASA BILLY!

 

Pubblicato il Set 10, 2019

marchionne 2“E che giova all'uomo se guadagna tutto il mondo e perde l'anima sua?”     (La Bibbia - Marco 8:36)

Nei giorni della notizia della malattia di Marchionne ho ascoltato di tutto e di più su quest’uomo, mentre si contavano le sue ultime ore. In tanti hanno scritti fiumi di parole, e ho deciso di aggiungere qualche goccia, ora che non è più. Non sta a me valutare il suo operato nell’azienda che più di tutte rappresenta il nostro Paese.

Con il suo maglioncino è stato al fianco dei potenti della terra, osannato per il suo potere sul destino di migliaia di operai nel mondo. In tanti guardavano a lui come ad un’icona, sognando il suo posto. Poi è arrivata la malattia, veloce come la Ferrari, l’ha ridotto all’inseguimento, fino a doppiarlo quando condizioni irreversibili lo hanno costretto a letto. Allora molti si sono accorti che si trattava di un uomo qualunque, che le cure non potevano trattarlo diversamente da un operaio qualunque. Ancora una volta la signora in nero ha ribadito chi comanda quaggiù, perché davanti a lei siamo tutti uguali. Ma qualcosa di diverso c’è. E chi più di me può saperlo? marchionne 1Sì, quando cala il sipario, quando una voce dal Cielo annuncia la parola fine su questa esistenza, si apre la porta dell’eternità: o con Lui o lontano da Lui. Qui la destinazione non potrà essere influenzabile da nessun piano di investimento, non ci saranno finanziamenti in grado di modificare l’esito. Niente di quanto accumulato o amministrato entrerà nell’eternità. La salvezza è solo in Gesù.

Chissà se quelli che lo circondano ne prenderanno coscienza almeno per scelte più umane nel futuro. Ben vengano anche segni di ravvedimento, anche se il vangelo è impietoso nei confronti dei ricchi. Resta difficile il loro ingresso in Cielo, ma non impossibile. Voglio limitarmi a questa umile considerazione, che segue la catastrofe greca di ieri. Malattia, tragedia o cause naturali, per tutti arriva quel momento. Ricordiamo che val la pena vivere ogni giorno procacciando la pace e godendo la gioia del Signore. Tutto il resto è un di più. Ai familiari di Sergio Marchionne la preghiera cristiana per un conforto dall’Alto.     (da Facebook - Lab Min)

Pubblicato il Set 10, 2019

di Andrew Diprose

arabi 1Sono passati quarant'anni ma le parole del grande Montanelli sono sempre attuali <<Che i profughi palestinesi siano delle povere vittime, non c'è dubbio. Ma lo sono degli Stati Arabi, non d'Israele. Quanto ai loro diritti sulla casa dei padri, non ne hanno nessuno perché i loro padri erano dei senzatetto. Il tetto apparteneva solo a una piccola categoria di sceicchi, che se lo vendettero allegramente e di loro propria scelta.

Oggi, ubriacato da una propaganda di stampo razzista e nazionalsocialista, lo sciagurato fedain scarica su Israele l'odio che dovrebbe rivolgere contro coloro che lo mandarono allo sbaraglio. E il suo pietoso caso, in un modo o nell'altro, bisognerà pure risolverlo. Ma non ci si venga a dire che i responsabili di questa sua miseranda condizione sono gli «usurpatori» ebrei. Questo è storicamente, politicamente e giuridicamente falso."
arabi 2La terra di Israele è sempre stata la terra degli ebrei. Se leggiamo le descrizioni di Gerusalemme fatta nel 1800 da Marx e Mark Twain, leggiamo di "una città povera e miserabile abitata nella parte Est, interamente, da ebrei poveri e miserabili che erano sempre vissuti lì, da tremila anni". Gli arabi erano sì in leggera maggioranza numerica ma in gran parte erano nomadi senza terra, l'unica vera comunità stanziale era quella ebraica che abitava le stesse case da migliaia di anni.

Gli ebrei sionisti emigrati nel '900 si sono massacrati a dissodare, irrigare, fabbricare desalinizzatori, sono morti a migliaia di stenti e di malaria, parassitosi, colera, ameba, tifo, setticemia e tetano. Sono morti a decine di migliaia, ma poi hanno vinto, il deserto è fiorito, dove cerano lande desolate è nato un paese di filari di vite e di limoni.

Per poter di nuovo odiare gli ebrei è violato il diritto civile, che per dirla con un toscanismo si riassume in "chi vende, poi, non è più suo". Gli arabi la loro terra se la sono venduta, prima ai sionisti facendola pagare carissima, poi alla comunità internazionale intascando 66 anni di fiumi di denaro per risarcirgli il "dolore" di aver perso 20.000 chilometri quadrati di terra che non è mai stata loro, meno del Piemonte, che quando c'erano loro era un terra di sassi, paludi e scorpioni.>> 
Indro Montanelli sul Corriere della Sera il 16 settembre 1972

Pubblicato il Set 10, 2019

papa bimbi 1

Da FB profilo di Luigi V.

Nel campetto della parrocchia di Corviale (estrema periferia di Roma) l'incontro tra Emanuele, un bambino che ha perso suo padre, e Papa Francesco. Davanti al microfono il bimbo ha cominciato a piangere coprendosi il viso. Bergoglio lo ha incoraggiato a salire vicino a lui e lo ha abbracciato a lungo.

papa bimbi 2"Magari tutti noi potessimo piangere come Emanuele quando abbiamo un dolore come lo ha lui” - ha detto poi il Pontefice -. Ha avuto il coraggio di farlo davanti a noi. Tuo padre non aveva il dono della fede ma ha fatto battezzare i suoi bambini. È Dio che dice chi va in cielo. E davanti a un papà non credente che è stato capace di battezzare i suoi bambini Dio sarebbe capace di abbandonarlo? Dio sicuramente era fiero di tuo papà, Emanuele. Prega per tuo papà, parla con tuo papà. Questa è la risposta".

Video Reuters

Pazzesca questa risposta di Francesco al bambino.
Vi elenco le eresie che ha detto a quel povero bambino:

papa bimbi 31) Ha mentito ad un bambino facendogli credere una menzogna. VERGOGNATI!
2) Nella sua spiegazione ha reso vano il sacrificio del Signore Gesù alla croce perché tanto alla fine tutti saranno salvati... secondo lui.
3) Ha insultato Dio Padre perché con la sua affermazione ha detto implicitamente che Dio Padre si è divertito a mandare Suo Figlio alla croce, anche se non serviva visto che tutti saranno salvati
4) Ha fatto bugiardo Gesù Cristo per aver affermato in Giovanni 14:6 "che nessuno può andare al Padre se non per mezzo di Lui"
5) Ha annullato la Parola di Dio perché afferma ripetutamente che coloro che non si convertono saranno giudicati e non si può essere salvati nè per opere (Efesini 2:9), nè perché "siamo buoni"; infatti la Bibbia afferma ripetutamente che nessun uomo è buono e per questo tutti gli uomini sono sotto il giusto giudizio di Dio (Romani 3:10-20).
6) Si è sostituito al Signore con le sue affermazioni eretiche.
7) Con le sue affermazioni dimostra di non essere nato di nuovo come dice Gv.3 e di non conoscere la Parola di Dio.

Dio possa avere pietà di lui e che possa convertirsi per ricevere in dono la salvezza.

Pubblicato il Set 10, 2019

INVECE.... IL PADRE LO HA INNALZATO AL DI SOPRA DI TUTTI; ONDE DINANZI A LUI SI PIEGHI OGNI GINOCCHIO E CONFESSI CHE EGLI E' IL SIGNORE

AMICI E FRATELLI, CERCHIAMO ASSIEME DI CONOSCERE MEGLIO GESU' CRISTO 

tdg 1Le scritture dicono che Egli è il Figlio di Dio Generato e non creato! E' chiamato L'Unigenito Figlio che significa UNI - GENITO = UNICO FIGLIO GENERATO. Egli non è una creatura o angelo come molti affermano. Dio Padre a nessuno mai degli angeli ha detto; Tu sei mio Figlio, oggi ti ho Generato! Già la scrittura che segue “esclude” che il Figlio sia un angelo! (Ebrei 1:5 Infatti a quale degli angeli ha mai detto:«Tu sei mio Figlio,oggi io t'ho generato»? E anche: «Io gli sarò Padre ed egli mi sarà Figlio»? Anzi il Figlio, essendo della stessa Natura di Dio Padre, il Padre Ordina a tutti gli angeli di Adorarlo. Ebrei 1:6

Di nuovo, quando introduce il primogenito nel mondo, dice: «Tutti gli angeli di Dio lo adorino!» A qualcuno ora,... che ha letto, primogenito nascerebbe il dubbio? Ma è L'unigenito o il Primogenito? CON QUESTO APPROFONDIMENTO NON VOGLIO LASCIARE NESSUNO INDIETRO! In quanto a Figlio; Egli è Unico Figlio Generato! E per quando riguarda la creazione dell'uomo; Egli è il Principio della Creazione di Dio, perchè in vista di Lui = guardando Lui, furono create tutte le cose; sia quelle visibili, che le invisibili. Onde Egli avesse il Primato in ogni cosa. Anzi per essere più preciso; Dio ci fa sapere che per Lui, e tramite Lui tutte le cose fatte sono state fatte; e nessuna cosa creata è stata creata senza di Lui. Perchè il Padre ha stabilito fin dal Principio che Egli, il Figlio fosse Luce e Vita di tutte le creature che sarebbero state create e venute ad esistere nel mondo dal principio fino alla fine . Cioè fino al completamento di tutta la creazione. PRIMA DI PROSEGUIRE voglio mettere in chiaro una cosa importante. Dio Padre è Puro Spirito ed è di una Luce inaccessibile e per compiere tutta la sua Opera ha dovuto dare un'immagine Antropologica al suo Figliuolo con la quale l'intera Gloria di Dio potesse manifestare ed anche operare in Lui e tramite Lui, cioè nel suo Figliuolo.NESSUNO POTEVA VEDERE DIO E VIVERE PER LA SUA INFINITA GLORIA. QUINDI, AVER DATO UN CORPO FISICO AL SUO FIGLIUOLO L'HA FATTO PROPRIO PER SCENDERE AL NOSTRO LIVELLO  PER POTERSItdg 2MOSTRARE. Quello che ho appena detto lo dice Gesù stesso cioè che il Padre era in Lui (in Gesù) per compiere le OPERE SUE (fate attenzione a leggere). Giovanni 14:10: Non credi tu che io sono nel Padre e che il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico di mio ma il Padre che dimora in me "FA LE OPERE SUE". Ora dovrebbe essere chiaro a tutti che a operare in Gesù era il Padre. Badate a non cadere ora in un'altra contraddizione! Non dico che il Figlio e il Padre sia la stessa persona, No! Assolutamente no! Il figlio si distingue dal Padre e il Padre si distingue dal Figlio! Ripet, IL PADRE E IL FIGLIO SONO DUE DISTINTE PERSONE unite dallo stesso Spirito di Dio, cioè dallo Spirito Santo. Vi preciso ancora di non dire mai... due persone distinte e separate; ma ci dobbiamo esprimere cosi, due persone distinte ed unite dallo Spirito Santo. Ecco come Gesù conferma quello che dico: Giovanni 17:21 che siano tutti un; e come tu oh Padr, sei in me e io sono in te, anch'essi siano in noi; affinché il mondo creda che tu mi hai mandato. Giovanni 17:22  Io ho dato loro la gloria che tu hai data a me affinché siano uno come noi siamo uno. L'unione tra il Padre ed il Figlio è così intrinsica? Che si potrebbe dire pure che sono la stessa cosa; ma non la stessa persona! Perchè nella realtà..... il Padre si distingue dal Figlio in quanto Egli è la Fonte di ogni cosa con un ruolo ben diverso dal Figlio. Nella Scrittura  Gesù stesso fa sapere di questa loro unione. Così perfettamente uniti, Padre e Figlio. (Qui Gesù parla di "PERFETTI  NELL'UNITA")

Giovanni 17:22    Io ho dato loro la gloria che tu hai data a me, affinché siano uno come noi siamo uno; Giovanni 17:23   io in loro e tu in me; affinché siano "perfetti nell'unità" e affinché il mondo conosca che tu mi hai mandato e che li ami come hai amato me.

Quindi il PREUMANO GESU' aveva già un'immagine Antropologica cioè simile a quella dell'uomo che stava per creare. Questo Personaggio appariva alle sue creature nelle vesti del Signore degli eserciti o altre volte come l'Angelo dell'Eterno oppure ancora come il Figliuol d'uomo. In Lui era presente tutta la Deità, cioè il Padre, il Verbo e Spirito Santo. Quindi l'Angelo dell'Eterno.. era il Cristo, LA "TEOFANIA DEL DIO TRINO". Voglio ancora precisare a quanti non lo sapessero che Dio essendo Puro Spirito, Egli è Incorporeo, cioè che non ha un corpo fisico come ho già detto sopra.... Egli è Luce inaccessibile. Quindi avendo dato un corpo al suo Figliuolo Egli.... il Padre ha potuto manifestarsi a noi tramite Gesù. Quindi diceva bene san Paolo riferendosi a Cristo Egli è l'immagine dell'invisibile Dio, ed ancora dice altrove Egli è L'impronta della sua Essenza. Il chè significa che Dio Padre è Puro Spirito e che il Figlio è la parte visibile di Dio Onnipotente. Quindi è ovvio che tutte le volte che Cristo (il preumano di Gesù) appariva sia prima di incarnarsi nell'umano di Gesù che pure dopo quando si fece vero uomo; in Lui era presente tutta l'intera Gloria della Deità.

Ora vorrei spiegare il concetto "Dio mi fa grazia" perchè so che è difficile con termini umani farlo! Per farmi capire userò dei paragoni alla nostra portata.

tdg 3Il perchè Dio è Uno ed è composto da tre persone sarà una questione di Perfezione? E per Fede noi creature dobbiamo credere non solo perchè ce lo dice la Bibbia ma anche guardando qualsiasi cosa che ci circonda, iniziando dall'Atomo che è uno dei più piccoli componenti presenti in tutti i 90 elementi esistenti su tutta la Terra, che a partire  dall'acqua e finendo all'Uranio. Ogni atomo di questi 90 elementi che conosciamo, i loro Atomi sono composti da solo TRE elementi (quello che dico è reale, qualcosa sulla fisica l'ho studiata.) dicevo che anche l'Atomo, questo piccolo componente, non visibile ad occhio umano è composto da tre elementi. I tre componenti dell'Atomo sono Protone, Neutrone ed Elettrone. La parte positiva si chiama 1°Protone; 2° quella negativa Neutrone; 3° l'elettrone cioè il terzo elemento che mantiene uniti il Protone con il Neutrone. Sarà che per voi faccio un paragone  grossolano? Ma io vedo il compito che ha l'elettrone, che mantiene uniti il Protone con il Neutrone ; e lo stesso compito che ha lo Spirito Santo, che unisce in maniera intrinseca il Padre con il Figlio. Fratelli ed amici, io vedo la Perfezione in tutto il creato, tutto riflette la Gloria di Dio, anche la corda che comunemente usiamo,... è fatta a tre capi, proprio perchè è più resistente. Potrei parlarvi di qualsiasi cosa che ci circonda; tutti è composto da tre Elementi. Oppure..... i loro effetti che emano, sono sempre TRE, COME PURE IL SOLE, benchè fosse UN SOLO CORPO..... è composto da tre Elementi 1 Elio ,2 Ossigeno e 3 Idrogeno. Anche i suoi Effetti sono TRE benchè fosse un solo corpo produce tre effetti Luce,Calore e raggi ultravioletti

Che Dio sia Tre persone lo dice il 1° verso della Genesi.  Il nome di Dio fu scritto da Mosè in forma plurale. VOGLIO FARVI NOTARE QUEST'ALTRA COSA. IN TUTTO IL MONDO OCCIDENTALE nella grammatica usiamo il Singolare ed il Plurale. INVECE...IL MONDO ARABO ED EBRAICO USANO OLTRE AL SINGOLARE E IL PLURALE PURE IL "DUALE". Infatti credo che pochi sappiano che nella grammatica Ebraica esiste il Singolare, il Duale e il Plurale. Mosè ispirato da Dio quando doveva usare il Singolare scriveva Dio cosi (- Eloah (אלוה) e quando doveva scrivere Dio nel fatto specifico del Dio Trino usava il Plurale  perchè erano più di due persone. Infatti scriveva cosi IDDIO=(Elohim אֱלוֹהִים  ). Mosè nel primo rigo scrive IDDIO= (Elohim אֱלוֹהִים  ). E' ovvio che Mosè conoscesse Dio nella sua Pluralità, cioè che a creare erano presenti tutti e tre le persone dell'unico Dio Fratelli e sorelle, rimaniamo fermi e fedeli agli insegnamenti  degli apostoli senza lasciarci trasportare facilmente da dottrine strane. 

Concludo questo studio su Gesù Cristo dicendo che Egli è Eterno come il Padre in quanto fu generato dal Padre, quindi fa parte della stessa Natura ed eterna sostanza di Dio, logicamente è Pienamente Dio come lo è il Padre e lo Spirito Santo. 

tdg 4Voglio ancora farvi notare una cosa importante. Per molti Gesù divenne successivamente un dio!  Invece....... s.Giovanni dice che già era Dio nel seno dl Padre prima della creazione. STATE ATTENTI A QUESTA SCRITTURA... Giovanni 1:18 Nessuno ha mai visto Dio. "L'UNIGENITO DIO", che è nel seno del Padre è quello che l'ha fatto conoscere. SIETE STATI ATTENTI?..... Gesù era nel seno del Padre, "già" in qualità DI UNIGENITO DIO! E non come insegnano i T.d.G. che divenne un dio....... Amici e Fratelli, un abbraccio nel Signore

IN DIRETTA

Ora in onda Musica
logo black

Radio Evangelica di Foggia
Associazione RL - Radio Logos

Sede: via Taranto, 24 - 71121 Foggia
Impianti di trasmissione: via Trinitapoli Km 1,5
Tel: 0881709918 - cell. +39 3382510347

Indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Posta PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Informazioni

Cod.Fiscale: 94004460716;

Concessione ministeriale n. 902755;

Registro Operatori di Comunicazione n. 4037;

Testata Giornalistica n. 16/96 del 15/10/96;

Licenza SIAE: RR/FG/01;

Licenza SCF: 862/18;

Conto Corrente Postale n. 16588717 intestato a Radio Logos - Foggia

IBAN: IT67D0760115700000016588717

Please publish modules in offcanvas position.